NUOTO: V░ TROFEO CITT└ DI MONTEROTONDO: IN VASCA LUCA DOTTO

È stato presentato lunedì mattina nella sala conferenze di Aria Sport Somalia, il V Trofeo Città di Monterotondo Meeting Nazionale di Nuoto in programma sabato 12 e domenica 13 maggio presso lo Stadio del Nuoto di Monterotondo. L’evento, organizzato da Aria Sport in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto e con il Patrocinio del Comune di Monterotondo, vedrà la partecipazione straordinaria di Luca Dotto, nuotatore di spicco del panorama nazionale e internazionale, Campione d’Europa in carica nei 100 stile libero e primo italiano a scendere sotto il muro dei 48” con il tempo di 47”96 nonché argento ai Mondiali di Shangai del 2011 (unico medagliato italiano nella storia mondiale di questa gara). Icona e immagine di copertina, tanto da esser l’ospite domenicale di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”, proprio Luca Dotto, intervenuto nel corso della presentazione, ha voluto ribadire l’importanza del meeting di Monterotondo.

 Sono contento di essere qui e di far parte di questa rassegna. Eventi del genere fanno bene all’intero movimento. Sono convinto che avere atleti importanti con un buon palmares, fa salire l’attenzione e fa si che i partecipanti possono affrontare il meeting con più stimoli e attenzione. E soprattutto un maggior seguito alle gare” – così ha esordito il campione italiano arrivato in conferenza fresco di allenamento. Dotto, incalzato dai numerosi cronisti presenti, ha parlato poi dello stato attuale del nuoto italiano con riguardo soprattutto alla velocità “Dopo un anno di difficoltà, nella staffetta soprattutto, viviamo un momento positivo. Sono stati inseriti due giovani molto promettenti che creano una competitività sana e stimolante e danno una grossa boccata d’aria fresca alla staffetta italiana. Insieme a loro e Filippo Magnini possiamo difendere il bronzo”.

 Ma Luca Dotto si sente romano? “Ormai sono 8 anni che sono qui a Roma. Questa città mi ha adottato tanto da aver comprato casa. Se sono diventato l’atleta che sono adesso in parte lo devo anche alla città di Roma che mi ha accolto benissimo. Qui ho avuto la possibilità di personalizzare i tempi di allenamento grazie alle splendide strutture che offre”.

La soddisfazione più grande di Luca Dotto? “È sicuramente il record italiano lo scorso anno, essere il primo a scendere sotto il muro storico dei ’48 - ricordiamo nella staffetta dei 100 stile libero – è stato un grande traguardo. A differenza degli altri sport, dove alla base c’è un gioco, nel nuoto sei te che ti devi porre degli obiettivi e superare ogni volta i propri limiti”.

Infine un appello ai genitori “Lasciate che i vostri figli  in primis si divertano. Non caricateli di troppa pressione, sia in gara, che negli allenamenti, nella rincorsa ai tempi. A lungo andare il comportamento del genitore incide sulla carriera del figlio. Bisogna capire che tutti non hanno quel qualcosa in più che serve per arrivare a certi livelli. Se saranno campioni lo dirà il tempo, le cose devono essere fatte con calma. Con molta attenzione ed i giusti spazi, ed un buon allenatore alle spalle”.

 

 


Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: