FONDAZIONE ICM, COL SEGNO PI┘ ANCHE IL BILANCIO 2017

Centocinquantacinque mila (155mila) euro. A tanto ammonta l’avanzo di gestione con il quale la Fondazione ICM ha chiuso il bilancio consuntivo 2017, miglior risultato economico-finanziario dalla sua costituzione avvenuta nel 2015.

Approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 23 maggio, il bilancio evidenzia voci significative come quelle relative all’aumento dei proventi derivanti dalla concessione degli spazi del teatro Ramarini, della sala conferenze della Biblioteca comunale e del Museo archeologico e multimediale per la celebrazione di matrimoni civili, per i quali in sede di bilancio previsionale si pronosticava complessivamente un aumento del 10% rispetto al 2016, aumento che è risultato invece del 63,7%, quindi del 57,7% in più rispetto alle previsioni.

Importanti sono poi i consistenti risparmi ottenuti attraverso la scrupolosissima attenzione negli acquisti, al recupero dell’imposta sul valore aggiunto delle attività commerciali e all’ottima campagna di vendita dei biglietti per la Stagione teatrale 2017-2018.

Nella relazione integrativa al bilancio viene evidenziato come al positivo risultato economico corrisponda il conseguimento di tutti gli obiettivi strategici fissati in sede di programmazione per l’anno 2017, con performance che in alcuni e significativi casi sono risultate ampiamente superiori alle attese. Ne è un esempio la stessa Stagione teatrale conclusasi a marzo, che ha registrato un grande successo e un pressoché unanime gradimento da parte del pubblico come attestato dall’indagine condotta tra gli spettatori. O come le visite degli studenti delle Scuole superiori del territorio alle due strutture museali cittadine, lo stesso Museo archeologico e multimediale e il Museo storico della Torre civica allo Scalo, che sono risultate 6000, ben 2000 in più rispetto alle previsioni.

Il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione ICM richiederà ora al Consiglio comunale l’autorizzazione ad impiegare l’avanzo di gestione per l’ampliamento del Museo Archeologico e Multimediale presso il piano nobile del Palazzo Orsini, per l’adeguamento dei presìdi di sicurezza del museo stesso (porte blindate, grate, impianto antintrusione), per la manutenzione straordinaria degli apparati multimediali già in dotazione al museo, per l’adeguamento degli impianti di condizionamento che permetterebbe l’apertura del museo anche nei mesi estivi, per l’acquisto di segnaletica di prossimità da apporre di fronte i monumenti del Centro Storico, per ampliare l’orario d’apertura della Biblioteca comunale anche al sabato mattina e per abbassare le tariffe del Teatro Ramarini.

 

«I risultati  raggiunti dalla Fondazione – afferma l’Assessore alla Cultura Riccardo Varonesono importanti e dimostrano l’ottima gestione dei servizi e delle strutture culturali anche dal punto di vista economico. Le attività della Biblioteca, del teatro Ramarini, del Museo Archeologico e multimediale e del Museo storico non rappresentano un costo a carico dei cittadini, una spesa fine a se stessa, ma una preziosa opportunità di crescita. Sono esse stesse ad alimentare un circolo virtuoso che permette di ottenere i mezzi, anche economici, per investire in nuovi servizi, per aumentare ulteriormente l’offerta culturale. I nostri prossimi obiettivi sono l’ampliamento del Museo archeologico e multimediale, per il quale stiamo già lavorando e che contiamo di realizzare entro l’anno prossimo, l’apertura della Bibilioteca anche nella mattinata del sabato, così da rispondere alle richieste avanzate dagli utenti, e la riduzione delle tariffe del Teatro Ramarini, in modo da renderlo ancor più vivo, accessibile, propulsivo. Al presidente del Cda Antonella Avagnano, ai consiglieri Sara Marchesi e Daniele Maceratesi, al direttore Paolo Togninelli e a tutto lo staff dell’ICM, che, con passione e dedizione, lavora per rendere possibile tutto questo, invio il mio più sincero e caloroso ringraziamento».

 

 


Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: