TERREMOTO A MENTANA: CONTROLLO NELLE SCUOLE

Per evitare assembramento delle persone nelle piazze all'interno del centro storico e nel giardino dei Martiri delle Foibe, luoghi con difficili vie di fuga, soprattutto in questo particolare momento di psicosi collettiva a causa delle continue scosse di terremoto, il Sindaco di Mentana Marco Benedetti e l'Amministrazione hanno revocato l’autorizzazione per l’evento “Mentana Castelchiodato – Halloween 2016”  che si sarebbe dovuto svolgere la notte di Ognissanti. Autorizzando lo svolgimento della manifestazione presso Piazza Giacomo Matteotti dalle ore 17:00 alle ore 24:00 a Castelchiodato ed in Piazza Garibaldi dalle 17:00 alle ore 24:00 a Mentana.

In alternativa era stata anche concessa agli organizzatori la possibilità di svolgere l'iniziativa su piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, ma purtroppo la possibilità dello spostamento della manifestazione in altro luogo, a così poche ore dall'inizio della stessa, è apparsa complicatissima. Anche il giorno successivo nella manifestazione garibaldina del I Novembre, per l’analogo motivo, il luogo di ritrovo dei partecipanti al corteo storico è stato spostato da piazza San Nicola a piazza Garibaldi, mentre è stato interdetto l'accesso all'ala nuova del Museo nazionale Garibaldino, dove si sono aperte delle crepe sulle pareti così come negli uffici comunali della segreteria del Sindaco ospitati al piano superiore.
Per tutta la giornata del 31 ottobre sono state fatte le dovute verifiche di sicurezza degli altri edifici pubblici dalla Protezione Civile, i tecnici del comune, i vigili, l'ingegner Ruggeri e il Sindaco Benedetti.
Sopralluoghi in tutti i plessi scolastici (chiusi per il ponte), nei centri per gli anziani, rimasti chiusi fino alle opportune verifiche e negli uffici pubblici.
Lo stesso mercato artigianale della mattinata del 30, giorno della forte scossa che ha interessato l’Umbria e le Marche, era invece stato delimitato dentro piazza Garibaldi, evitando di mettere banchi dentro le mura del centro storico, sempre per il problema dell’assembramento della gente in mancanza di adeguate vie di fuga.
Nella biblioteca comunale di Palazzo Crescenzio la scossa del 30 ottobre aveva fatto incrinare la lapide in marmo all’ingresso. Lapide prontamente rimossa.
“Abbiamo appreso da facebook che ci sono state verifiche sui plessi scolastici del nostro Comune al fine di escludere pericoli dopo il terremoto della sera prima - hanno commentato dall’opposizione i rappresentanti locali del Movimento 5 Stelle- abbiamo richiesto i verbali di questi intervento tanto pubblicizzato e abbiamo scoperto che non esistono, non essendo mai stati redatti. A questo punto, però a nostro avviso il Sindaco dovrebbe chiarire: nomi e cognomi dei tecnici che hanno effettuato i controlli nelle varie scuole e la loro qualifica. Così come il tipo di controllo che è stato effettuato.
Se successivamente all'approvazione in consiglio comunale della mozione del movimento 5 stelle sui controlli della vulnerabilità sismica dei plessi scolastici si è mosso qualcosa o se, chiacchiere a parte, è rimasto tutto fermo, com'è stile ormai consolidato del sindaco Benedetti. Ovviamente glielo chiederemo al prossimo Consiglio comunale”.

Galleria Fotografica:

Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: