WELFARE AL COLLASSO, URGONO PROVVEDIMENTI URGENTI

Un accorato appello al presidente Zingaretti e alle forze politiche presenti in Consiglio regionale affinché si adoperino, in ogni sede e in ogni modo, per garantire la tenuta del sistema di welfare locale. Lo rivolge l’Amministrazione comunale, “fortemente preoccupata per la tenuta del sistema dei servizi alla persona del proprio territorio”, in una lettera aperta inviata anche al presidente del Consiglio regionale e, per conoscenza, alle forze sindacali e alle organizzazioni di categoria cooperativistiche. Dopo anni di tagli indiscriminati al fondo sociale nazionale e nonostante il tentativo della Regione Lazio di riequilibrare tale situazione con risorse del proprio bilancio – si legge nella missiva - la paradossale paralisi procedurale, causata da pastoie burocratiche e soprattutto dagli assurdi vincoli imposti dal Patto di Stabilità, impedisce ai Comuni di disporre e quindi di utilizzare risorse economiche già assegnate per il sostegno alle fasce fragili della popolazione”. Gli effetti di tale situazione sono devastanti. Migliaia di cittadini in stato di bisogno – bambini, anziani, disabili, indigenti - rischiano di non poter fruire di servizi essenziali nella loro quotidianità, centinaia di lavoratori sino ad oggi impegnati a svolgere gli stessi servizi attendono da mesi di ricevere gli stipendi e vedono fortemente a rischio il proprio futuro lavorativo. In assenza di un forte intervento capace di contrastare tale deriva, si profila inevitabilmente un vero e proprio collasso del sistema dei servizi. “La rete del welfare locale, pazientemente costruita in tanti anni di lavoro sinergico da Amministrazioni comunali attente e sensibili e da una cooperazione sociale vera e professionale, rischia di spezzarsi provocando la rottura del patto sociale su cui si basa il modello di comunità inclusiva scelto e perfezionato negli anni”.L’Amministrazione comunale di Monterotondo chiede perciò che venga adottato ogni provvedimento d’urgenza atto a tamponare l’emergenza descritta e che, in ogni sede istituzionale, vengano proposte, sostenute ed adottate modifiche normative che garantiscano la tenuta del welfare locale, tanto più urgenti in relazione al perdurare della difficile situazione sociale ed economica del Paese.

 
 

Condividi l'articolo:


Rubriche

  • CHI VOTERESTE PER IL SINDACO DI MONTEROTONDO


    MAURO ALESSANDRI (sindaco uscente)
    MAURO D'ANDREA (centro destra)
    ILARIA CALABRESE (movimento cinque stelle)
    FABIO FEDERICI (liste civiche)
    ANTONIO TERENZI (fratelli d'Italia)



Area Riservata

utente:
password: